Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [17/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Il doppiogioco dell'agente letterario
di Claudia Leuci (da PB11)


Non lasciatevi ingannare, non abbiamo intenzione di coinvolgervi nelle vischiose e contorte trame di una spy story. Qui vogliamo solo raccontarvi una storia i cui protagonisti sono agenti letterari, autori e editori. E non è necessariamente un giallo: il "doppio gioco" del titolo è un'espressione scherzosa e innocente che vogliamo usare per riferirci al delicatissimo e prezioso ruolo di mediazione che l'agente letterario svolge a favore sia degli autori che degli editori: la mediazione dell'agente letterario è l'ingrediente fondamentale di questa storia, dell'avventura di un dattiloscritto che dalla polvere del fatidico cassetto dei sogni giunge alla tanto sospirata pubblicazione.

La trama: un autore recapita il dattiloscritto "transfugo" all'agente letterario che lo prende in custodia, lo legge, lo analizza, lo valuta sotto ogni aspetto, lo corregge e lo migliora, se è il caso, e se lo giudica valido e ben scritto comincia a cercare l'editore giusto al quale proporlo. Districandosi nella fitta selva di cataloghi, collane, linee editoriali, servizi di promozione e distribuzione delle più svariate case editrici, finalmente individua quella davvero ideale. Poi, a colpi di telefonate, fax, e-mail, brandendo inoppugnabili schede di valutazione, si fa strada nella redazione e corre a depositare il testo sulla scrivania dell'editore prescelto.
Finalmente! Ma anche per l'editore, che così trova su quella sua scrivania - zeppa di dattiloscritti anonimi e tutti ancora da leggere - un testo già valutato, perfezionato, e in più, in linea con le sue scelte editoriali. Magari proprio il testo che stava aspettando… L'agente ha svolto un lavoro di mediazione anche a vantaggio dell'editore, i cui frutti non tardano a maturare. Infatti, molto spesso, dopo necessarie settimane d'attesa, l'annuncio dell'editore: "Visto, si stampi!".

Il buon libro ha incontrato il suo editore elettivo, e galeotto fu, è, e sarà l'agente letterario.

C'è un che di romantico in questa storia, è vero… Ma non dimentichiamo che quello dell'agente letterario è un mestiere "difficile", in cui non ci si può improvvisare.

L'agente letterario è un operatore editoriale a tutto tondo, e il suo ruolo strategico all'interno della filiera dell'editoria, cioè di raccordo tra autori e editori, necessita di un percorso di formazione ad hoc e di una rigorosa pratica di aggiornamento quotidiano sullo "stato dell'arte" dell'editoria, le sue tradizioni, le dinamiche, le nuove tendenze di genere.

L'agente letterario deve sviluppare un'ottima capacità di lettura e valutazione di ogni testo, non solo "in assoluto", cioè sulla base della qualità intrinseca della scrittura, ma anche in relazione al contesto editoriale di riferimento, per metterne in luce limiti e potenzialità rispetto a modelli e tendenze, ma anche per definire la strategia di promozione adeguata, che si risolve - in parte - nella ricerca di quelle case editrici dove il testo può avere più chance di pubblicazione.

Questo è il lieto fine possibile se l'agente in questione è un professionista che mira a promuovere opere valide presso editori veri. Un professionista serio e competente e non quell'essere cinico a cui ci hanno abituato le barzellette, che specula sui sogni di autori sprovveduti con la complicità di stampatori avidi e pseudo-editori. Non sono né agenti né editori, ma truffatori belli e buoni. Con personaggi sì fatti la storia non può che precipitare verso un finale tutt'altro che felice e il "doppio gioco" del titolo è sinonimo, purtroppo, di un'infida strategia ai danni dell'autore.

Ecco la truffa ordita a regola d'arte: l'agente doppiogiochista si conquista la fiducia dell'autore prospettandogli servizi gratuiti o a costi irrisori, premi letterari di dubbia serietà… in particolare, le armi tradizionali della truffa sono le schede di valutazione gratuitamente lusinghiere: contengono lusinghe al narcisismo dell'autore, gratuite non solo al portafoglio dell'autore, ma anche alla favella dell'abile pseudo-agente, il quale , è certo, non legge i dattiloscritti, e comunque non li legge mai ai fini di una valutazione seria e veritiera. Così lusingato, volentieri l'autore si rivolge all'editore indicatogli dall'agente truffaldino: un mero stampatore che chiede una "esigua somma" nell'ordine delle migliaia di euro come contributo per le spese di stampa, promozione, distribuzione, e, visto che c'è, anche per i servigi dell'agente.

Se, invece, l'agente non fa capo a un editore-stampatore, con il vecchio trucco della scheda gratuita e lusinghiera persuade l'autore - tutti gli autori che gli capitano a tiro - a firmare un contratto di gestione editoriale, che gli costa "solo" 800 euro all'anno: per questa cifra l'agente può tirare per le lunghe la ricerca di un editore disposto a pubblicare un testo che con buona probabilità non è affatto né un capolavoro né un umile testo degno di nota.

Ma gli esempi e i racconti di truffa si sprecano, perciò se qualcuno di voi è alla ricerca di un agente letterario serio e competente è bene che verifichi prima alcuni requisiti di garanzia. Il primo, imprescindibile, è il costo del servizio: ogni agenzia letteraria è un'attività commerciale che offre un adeguato sostegno a autori e editori tramite i suoi servizi, che, lungi da ogni mero scopo di lucro, hanno un costo, a meno che non siano previste altre fonti di guadagno...

Per evitare commistioni specifichiamo subito che Il Segnalibro e poche altre Agenzie in Italia si distinguono per criteri professionali: vi invitiamo sul nostro sito a leggere il vademecum di una vera agenzia e i suoi requisiti di garanzia che potranno tornare utili nella vostra ricerca... a lieto fine.

A cura di Claudia Leuci
dell'Agenzia letteraria "Il Segnalibro"
www.ilsegnalibro.it


 

VISITE: 6985


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali