Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [19/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus

Le Vendicatrici
Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

La lettera di Leopardi ad un giovane del XX secolo
di Lanfranco Bertolini
Pubblicato su PB17


Anno 1998- Edizioni Grapho 5 - Fano
228pp.

ISBN

Una recensione di Carlo Santulli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 193
Media 79.38%


Spesso si ha la sensazione che la scuola, per insegnare la letteratura, ne cristallizzi la storia e metta su un ideale piedistallo gli autori classici, da dove si può vederli meglio nella loro interezza, ma necessariamente a distanza. E probabilmente nessun poeta tra i maggiori della nostra letteratura si presta meno e, per quel che ne sappiamo, avrebbe gradito meno questa trasformazione coatta in monumento bronzeo quanto Giacomo Leopardi. Se ci si limita a pensare ai suoi anni di studio "matto e disperatissimo", ci si fa l'idea, inadeguata, che la sua ambizione fosse quella di restar solo tra le sue carte nella biblioteca paterna. Eppure, in tutta l'opera leopardiana si può dire ci sia una volontà ed una necessità di dialogo, dalle Operette morali alla frequente propensione al colloquio in molti dei Canti, con il ricorrente uso della seconda persona singolare, da "Silvia" ad "Aspasia" fino a "La ginestra". Inoltre, confinare Leopardi al ristretto ambito dell'erudito giovinetto che diventa il poeta del pessimismo cosmico, oltre a non rendergli giustizia, risulta forse tendenzioso e fuorviante. In questo tentativo di allargare lo sguardo sulla filosofia leopardiana, non si può fare a meno di imbattersi nella vita del poeta, ed accorgersi che la filosofia è parte della vita, in Leopardi, mentre la poesia ne è spesso la sublimazione e l'interiorizzazione.
Lanfranco Bertolini è un preside, ora in congedo, che decide per un momento di far uscire il poeta di Recanati dalle pagine dei programmi scolastici e rendercelo com'era in vita: sì malinconico ed angosciato a volte, ma anche cordiale, dignitoso ed umano. Lo guida in questa sua ricerca quella "Lettera ad un giovane del XX secolo" che Leopardi cita varie volte nello "Zibaldone", senza peraltro comporla mai nella sua interezza (o meglio disseminandola qua e là nella sua opera, come l'autore efficacemente ci mostra). Quest'analisi riesce a portare sul tappeto alcuni aspetti della meditazione leopardiana poco noti o sottaciuti, come il discorso sulla perfettibilità dell'uomo su cui il poeta avanza dubbi ancor oggi non dissipati, se pensiamo a quanto dello sviluppo tecnologico si sia ottenuto senza un reale progresso umano e sociale. Ed il suggerimento del poeta che l'autentica ambizione, per quanto chimerica, del genere umano debba essere la felicità, non la perfezione, è quanto mai attuale.
Da persona che ha lavorato a lungo nella scuola, Bertolini sa quel che la scuola può dare, il rigoroso inquadramento dei concetti critici e la storicizzazione della letteratura, che sono idee che vanno trattate con un bel po' di passione (o se preferite, di cuore), altrimenti si traducono soltanto nel mettere ogni autore ed ogni opera al suo posto, senza discutere chi quel posto abbia loro assegnato e specialmente perché: incasellamento, quindi chiusura, piuttosto che collegamento, quindi apertura. Ed allora, l'autore decide che bisogna cambiare angolazione: lasciare che i giovani esaminino i vari aspetti di Leopardi come viene trattato a scuola, non per farci vedere che hanno imparato la lezione, bensì per conferire al poeta una nuova freschezza critica, chiamandolo Maestro, Poeta o magari semplicemente Giacomo, ma con un medesimo intento: dialogare con lui attraverso la sua opera, intesa nel senso più vasto.
Definito così il ruolo dei giovani interlocutori, si chiarisce anche qual è quello dell'autore, come esperto insegnante e studioso: dove la scuola si limita giocoforza ad indicare un certo numero di alberi, egli deve guidarci nella foresta, orientandoci con sicurezza, ma senza nemmeno impaurirsi ad ogni svolta che immetta in un sentiero non segnato. Così, invece di individuare stilisticamente e freddamente i poeti più o meno "leopardiani" del Novecento, Bertolini va più in profondità e cerca la corrispondenza d’anime e d’affetti, per esempio in una riflessione montaliana sul pessimismo, od in una vibrante preghiera alla poesia di Alda Merini. Allargare l'orizzonte per scavare in profondità, ed offrire un ritratto completo, quindi realistico del poeta recanatese. Ho particolarmente gustato, ad esempio, quegli estratti dei Paralipomeni della Batracomiomachia, in cui Leopardi, per nulla intimidito da un genere anomalo come il poema eroicomico, in apparenza estraneo alla sua poetica, ma di cui il poeta si appropria nel momento in cui si muta in satira. Satira che assolve ad un compito eguale e di segno contrario rispetto alla sua poesia, quando critica ed annienta le aberrazioni del mondo moderno (o meglio, dell'uomo di ogni tempo) per riportare il pensiero alle radici comuni del sentire, a quella sensibilità fuori dal tempo, e solo rivestita di un'apparenza temporale, che è alla base dell'universo poetico di Leopardi. Il merito dell'autore è di mostrarci tutti questi passaggi, che si rivelano poco a poco necessari alla formazione della poetica leopardiana: il rapporto con la famiglia, quello col mondo circostante, sia privato che politico, che con l'amicizia e con l'amore. Sono tutti passi che conducono Leopardi, con un'insospettabile e quasi tenace consapevolezza, rivelata dai passi delle lettere e dallo Zibaldone, alla profonda ed eterna meditazione sulla vita e sulla natura che conosciamo e che ci fa amare nel poeta l'uomo.


Una recensione di Carlo Santulli



Recensioni ed articoli relativi a Lanfranco Bertolini

(0) La lettera di Leopardi ad un giovane del XX secolo di Lanfranco Bertolini- Il Parere di PB

Recensioni ed articoli relativi a Carlo Santulli

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) La qualità dei sentimenti di Giampaolo Giampaoli - RECENSIONE
(2) Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - RECENSIONE
(3) Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi- Il Parere di PB
(4) La gallina volante di Paola Mastrocola- Il Parere di PB
(5) Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti- Il Parere di PB
(6) Operazione Arca di Noè di Andrea Coco- Il Parere di PB
(7) Il castello incantato di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(8) Cassandra di Laura De Santis- Il Parere di PB
(9) Cuore e acciaio - estetica dell'animazione giapponese di Marcello Ghilardi- Il Parere di PB
(10) La nascita della bellezza - da Bruegel a Basquiat ritratti di un mondo segreto di Maria Grazia Mezzadri Cofano- Il Parere di PB
>>Continua (click here)



Altre recensioni:







-

dal 2005-09-02
VISITE: 17280


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali