Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    Il foglio letterario. PROGRAMMA 23 Maggio – 11 Giugno (23/05/2023)    [04/12/2023] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio I Murazzi scadenza 2023-12-15    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Sul margine di Maria Allo     Prove per atto unico di Maria Benedetta Cerro     Itinerario della mente verso Thomas Bernhard di Martino Ciano    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     L’immanenza dell’incarnazione nella poesia di Mario Luzi     La storia alimentare di Porto San Giorgio, tra folklore, letteratura e testimonianze Di Edoardo Mistretta     Riflessioni sul Barocco letterario     Osvaldo Licini: la sua terra, la malinconia e la follia     Considerazioni su Giovanni Pascoli    Racconti     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini     Il temporale di Cinzia Baldini     Il castagneto magico di Massimiliano Claps    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey     La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
13 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
2 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
30 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Il canyon delle ombre
Di Clive Barker

a cura di Giorgio Nebuloni


Sonzogno 2003
Tascabili Narrativa
Pgg. 640 euro 5.95
ISBN 8845424618

Un attore belloccio dei nostri giorni alle prese con la mezza età e una conseguente malriuscita operazione di chirurgia estetica proprio dove non ci si può permettere di imbruttire: la faccia. Un'attrice degli anni venti,
bellissima, straniera e in sostanza psicotica. Un'abbazia rumena che in realtà è un castello maledetto. Un dipinto vivente su cui collassato una leggenda rurale e gli orrori ed i peccati dell'umanità intera. Il Diavolo, sua moglie e suo figlio. La vita sciatta di una generosa e mediocre casalinga capo-fanzine che di colpo cambia piega. Una donna fredda che è la caricatura dell'agente cinematografico. E poi intrappolamenti temporali, orge spettrali, vecchie dicerie sulla Hollywood di Rodolfo Valentino, il mito dell'eterna giovinezza, l'ossessione per il sesso e il potere.
Clive Barker riesce a mettere insieme tutto questo in un libro di 600 pagine e lo fa con la leggera sicurezza che da sempre lo contraddistingue, senza tentennamenti e senza farti staccare l'occhio dalla pagina. Il romanzo di Barker - anche qui: come al solito - offre al lettore ampia scelta: ci si può compiacere delle sue fissazioni per l'oscuro legame tra morte e assenza di limiti morali, oppure si può gustare in tranquillità il finale manieristico agrodolce, perdersi nella narcisistica descrizione del paese del diavolo, gioire per la vendetta dei colpevoli-vittime sul colpevole-carnefice. Alla fine del romanzo ci si sente soddisfatti, divertiti e un po' anche orgogliosi di sé stessi. Tutto è andato come doveva andare e come ci si aspettava che andasse, il canone dell'horror di stile a cui Barker ci ha abituato non viene di certo tradito, né la qualità risente dell'ennesima riproposizione di motivi già visitati. Se si vuole muovere un appunto è proprio l'assenza di guizzo, del lampo di improvvisazione che ribalti i cliché a costituire la pecca del romanzo. Non è che il materiale in blocco sia banale o che dia l'impressione di essere una mera ribollita al solo scopo di vendere qualche copia. In effetti cinematograficamente parlando ci sono una manciata di scene di netto impatto - ad esempio la trovata del dipinto-stanza che conduce in un'altra dimensione morale e spaziale, o la morbosa e compiaciuta (e anche piacevole, lo ammetto) orgia di spettri - e ciò testimonia decisamente a favore dell'impegno dell'autore. Eppure, anche se si riesce mai a risalire ad un preciso modello originario (che sia l'intera cultura horror-mystery americana?), tutto dà l'impressione di essere familiare, a partire dal riscatto della brutta ma generosa protagonista passando per i mostri innocenti figli dei peccati altrui, i personaggi deboli trascinati nel vortice di morte e la classica donna-vampiro fatale (benché non si parli mai di vampiri, non in senso stretto) fino al prevedibile finale catastrofico. In una parola, manca il colpo di coda e il ribaltamento di uno schema tematico che sia uno, si tratti del Cattivo (Produttore Cinematografico) Che Viene Punito o dello Sberleffo Al Mondo Patinato Di Hollywood.
Ma stiamo parlando di finezze e forse è tutta colpa dei gusti eccessivamente pretenziosi del lettore sottoscritto. (GN)



VISITE: 5.232

Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali