Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [16/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus

Le Vendicatrici
Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Confessioni di un ateo buddhista
di Stephen Batchelor
Pubblicato su SITO


Anno 2011- Ubaldini
Prezzo € 25- 280pp.
ISBN 9788834016039

Una recensione di Raffaello Palandri
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 2646
Media 79.83%



 Confessioni di un ateo buddhista

Confessione di un Ateo Buddhista è l’ultimo libro di Stephen Batchelor, edito da Ubaldini.

Stephen Batchelor è un autore, scrittore ed esperto di buddhismo, nato in Scozia nel 1953, che è andato in India nel 1971, diventando monaco buddhista nel 1974 e contribuendo, da allora, per dieci anni, alla diffusione in Europa del Buddhismo tibetano e coreano. Nel 1985 lascia l’abito e inizia un percorso di approfondimento e di studio sul Canone Pali, nel tentativo di ritrovare le radici più autentiche del Buddhismo, lontano dalle differenti interpretazioni che le diverse tradizioni ne hanno dato.

In questo libro Batchelor mette in gioco direttamente la propria esperienza personale, la propria vita di giovane monaco Buddhista occidentale che, nel suo progredire nello studio dei testi canonici della tradizione tibetana, si vede assalire da dubbi, da perplessità, da timori che tutto ciò che gli veniva indicato come esser liberazione da pensieri e preoccupazioni altro non fossero, in realtà che precetti di una differente gerarchia ecclesiastica rispetto alle altre, non la reale, diretta trasmissione dei precetti del Buddha uomo, Siddharta Gotama.
Già nel suo libro Buddhism Without Beliefs Batchelor si dichiarava come un agnostico, ma adesso compie un ulteriore passo avanti nel suo cammino di ricerca, definendosi un Ateo Buddhista. Per lui, ateo non vuol dire solamente non credere in entità trascendenti, ma ritenere che tutte le sovrastrutture aggiunte al Buddhismo originale siano inutili. 

Batchelor tenta di dar vita ad un Buddhismo occidentale e contesta alle radici i concetti di karma e di rinascita, considerandoli come espressioni di tipiche credenze indiane, che sono state aggiunte al pensiero di Siddharta Gotama che, secondo l’autore, era verosimilmente indifferente a tali questioni, basandosi sullo studio del personaggio storico, prima della sua “divinizzazione”.

A giudizio di Batchelor l’uomo Siddharta, fallibile, pieno di dubbi e contraddizioni, aveva in realtà posto l’accento della propria ricerca in 4 direzioni:

1. Natura condizionata dell’esistenza umana.

2. Consapevolezza e presenza mentale in ciò che viviamo e facciamo fisicamente, mentalmente, affettivamente.

3. Studio delle 4 nobili verità e dell’ottuplice sentiero come realtà pragmatiche e non dogmatiche.

4. Autosufficienza degli uomini nel loro cammino spirituale: ognuno deve sperimentare personalmente ciò che crede, non affidarsi ad esso attraverso atti fideistici o dottrinali.

Batchelor afferma che leggendo il Canone Pali lo stesso Gotama viene presentato come un ateo ironico, secondo cui il rifiuto di un Dio non è un elemento fondante dell’insegnamento, né un motivo di particolare preoccupazione dottrinale. In questo senso Gotama non era un “anti-teista”, quanto piuttosto un non teista. Era quindi ateo nel senso letterale del termine. L’attenzione principale di Gotama era posta sulla condizionalità, sull’origine condizionata dell’esistenza, della coscienza. Secondo questa visione, quindi, sono le azioni a definire gli esseri umani, e la divinità è inutile, perché non può fornire guida e assistenza. Per quanto si invochi la sponda di un fiume affinché si avvicini a noi, questa non si avvicinerà e quindi le nostre preghiere, le invocazioni, i voti saranno inutili.

Già da queste prime considerazioni si intuisce che questo libro favorirà la nascita di discussioni, soprattutto nelle tradizioni Buddhiste più inclini alla pratica religiosa.

Traspare in ogni pagina del libro l’interpretazione personale, passionale e appassionata di Batchelor del Canone Pali, del Buddhismo, della pratica. Batchelor stesso fornisce, in sostanza, un’interpretazione degli scritti di Gotama e cerca di rendere la sua interpretazione funzionale ad un’analisi che permetta di smitizzare la figura di Gotama per ricondurla alla sua reale umanità, al suo reale impatto nella società indiana di allora. La necessità di attualizzare il Buddhismo, di renderlo moderno, di renderlo aperto alle conoscenze scientifiche, culturali, sociali di oggi è evidente nel libro di Batchelor, che, di fatto si chiede se la conoscenza occidentale stia mutando il Buddhismo tradizionale e se, di contro, il Buddhismo tradizionale stia mutando con i tempi.

E’ un libro affascinante e divertente, profondo ma comprensibile. 

Un atto di reverenza verso un pensiero, una cultura, ma soprattutto verso un uomo, Gotama, che ha cercato una via personale per cambiare l’esistenza umana, per alleviare la sofferenza dell’essere umano, per permettere a ogni individuo di essere presente nella propria vita, nella propria esistenza, nel proprio tessuto sociale. 


Una recensione di Raffaello Palandri



Recensioni ed articoli relativi a Stephen Batchelor

(0) Confessioni di un ateo buddhista di Stephen Batchelor - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a Raffaello Palandri

Nessun record trovato

Altre recensioni di Raffaello Palandri

Nessun record trovato



Altre recensioni:







-

dal 2012-03-20
VISITE: 6157


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali