Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [16/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

A quattro mani
di Anna Maria Trevale

a cura di Silvia Rossetti


AndreaOppure Editore 2003
Pagine: 275 Euro 7,75

"Internet sta dunque cominciando a seminare vittime in giro per il mondo? Il mezzo di comunicazione così nuovo e così poco collaudato prende evidentemente alla sprovvista i malcapitati che non si aspetterebbero, come nel mio caso, di provare certi sentimenti stando davanti ad un video freddo ed inerte. Quello che non ti aspetti accade e ti ritrovi ad inseguire un sogno, un sentimento, qualcosa che abbiamo già definito assurdo ma che tuttavia esiste..." Tratto dalla quarta di copertina.

Vanni ed Alessandra, due vite distanti. Due esistenze che si snodano in una quotidianità soltanto a tratti comune, in città lontane ed attraverso storie assolutamente estranee. Eppure in entrambe c'è una falla, un fessura da cui entra acqua. Un'acqua che silenziosamente penetra ed invade profondità remote. Acqua nera e densa, intrisa di solitudine. Ed è proprio su questo terreno, quello della solitudine, che avviene l'incontro. Vanni ed Alessandra diventano due nomi nella rete, due nick in una chat che casualmente stabiliscono un contatto. Prima in forma lieve, attraverso messaggi garbati ed ironici, e poi con approcci più intimistici. Il rapporto tra i due diviene sempre più serrato, quasi ossessivo, e il sentimento che li lega assume le sembianze dell'amore. Un amore immaginario ed assolutamente interiore, che non valica i confini della mente e che si consuma senza trovare realizzazione. Ma l'amore, in questo caso, è soltanto un sottofondo. Un filtro attraverso cui scorrono reciproche confessioni. L'uno svela all'altra i propri desideri, le proprie fragilità, i propri pensieri. E nell'aprirsi, nel deporre ogni resistenza si dibatte nella nebbia che lo separa dalla propria interlocutrice. "Sono fatto di pensieri, sogni, ideali e speranze, come tutti, anche se per te non sono altro che un fantasma dietro ad una tastiera" scrive Vanni in uno dei suoi messaggi. Le parole tracciano un sentiero che conduce nel chiuso della solitudine umana. La porta della casualità offre a due perfetti sconosciuti la possibilità di esplorare se stessi, quasi osservandosi allo specchio, ma il rapporto che ne scaturisce è destinato a restare imprigionato nelle maglie della rete. Questo ed altro nel romanzo di Annamaria Trevale, "A quattro mani" (AndreaOppure editore, Roma, 2003, euro 7,75). Un libro che ripropone un genere di antica memoria, quello epistolare, ed esplora la varietà dei rapporti umani attraverso il mondo virtuale di Internet. Un'idea interessante che offre numerosi spunti di riflessione, anche se per certi versi non sembra realizzarsi pienamente. Il dialogare tra i due protagonisti, infatti, conosce momenti di stasi rasentando a volte la banalità. C'è però un guizzo che percorre il libro, un interrogativo che solletica il lettore: quale bisogno, quale desiderio è alla base dell'umana ricerca di reciprocità? Quale spasimo guida un uomo qualsiasi a confrontarsi con se stesso ed a viaggiare fra le proprie emozioni attraverso uno schermo luminoso ed una tastiera? Ed è questo il merito maggiore della scrittrice milanese, la ricerca delle ragioni che resta aperta. "Perché ti scrivo?" si chiede ad un certo punto uno dei due. Già… perché? (Silvia Rossetti)


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali